Metti che un giorno…le pareti potessero parlare

 
Com’è che si dice??
EH SE I MURI POTESSERO PARLARE…
 
Sono appena tornata da un faccia a faccia con la parete di camera mia, quella dove c’e’ l’interruttore, il letto… quella di fronte alla finestra per intenderci…
Ha decisamente una memoria ferrea…
Abbiamo parlato di quando l’intera classe per fare sega a scuola si rinchiuse dentro camera mia e cominciamo a fare i karaoke … abbiamo parlato di improbabili balli di gruppo improvvisati, di litigi, di partite a twister….
 
E poi abbiamo parlato di questi ultimi giorni…
dolci risvegli con il mio amore accanto e bellissime notti… ultima delle quali con elena, che miracolosamente non ha russato.
 
Ci sono dei momenti che vanno decisamente raccontati….
Quando ad esempio il mio amore, credendo di essere carla fracci, ha fatto una giravolta sulle note di crazy in love e ha sfondato il letto con la speranza che anche io partecipassi alla sua coreografia…
oppure il risveglio di quando tutte siamo schizzate giù dal letto con un balzo felino credendo che, i proprietari di casa fossero già arrivati….
vogliamo parlare dei cadaveri trovati sotto al letto?? o meglio…kg di polvere, dei soldi, una pantofola con un orso, una vite, una mucca e tre bambini morti…. (la mucca e i tre bambini morti sono una licenza poetica… non c’erano…ma si puo’ sempre rimediare)
 
che giornate!!! cmq… questi muri, questa camera sono il mio mondo… i miei ricordi e cio’ che sto costruendo… sono tanti momenti e, se realmente potessero parlare, sarebbero come un album fotografico interattivo… 
Ma forse e’ meglio cosi’….i ricordi e le sensazioni si gustano meglio in silenzio…..
Annunci

Informazioni su C.

Amo le tecnologie e le tecnologie amano me. Project Managerr in Arkage. Mangio film, viaggio, a teatro improvviso, faccio cose, vedo gente.

Pubblicato il 11 giugno 2007 su senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 9 commenti.

  1. cri mi sono chiusa con il giochino…ci passo le ore!!sei una grande!!

  2. potrei scrivere un trattato di astrofisica e nessuno mi degnerebbe di un commento…poi metto un giochino sadico dove si stronca la vita di povere zanzare con una paletta e…paf…ecco il commento!!
    che vita ingiusta.
    cmq bea (se sei beatrice…) a breve saranno aggiunti altri giochi…cosi\’, dato che hai finito scuola…almeno trovi un passatempo!

  3. sono contenta che la tua stanza racchiuda in se tante cose…è bello che come lei, anche tu abbia molte esperienze da raccontare..la mia è autistica..povera…:-)

  4. Vale la tua non e\’ austica e povera… è solo intima e piena di foche…

  5. oggi la mia camera oltre alle foche ha visto anche la mia reazione isterica di fronte a biochimica…io lascio e vado a fare la pescatrice di trichechi..addio

  6. Senti Miss scienziata, invece di lamentarti del fatto che nessuno commenta i tuoi trattati astrofisici che verosimilmente si riducono a post dal dubbio livello di contenuto, vogliamo per favore ricordare della volta in cui, stranamente impietosita dalle tue parole (per non dire suppliche) , mi sono decisa a lasciarti un commento ad un post che hai amabilmente cancellato proprio mentre postavo il mio parto-commento? Ci avevo messo 15 minuti per trovare qualcosa di sensato da scrivere.NON-C\’è-RISPETTO.Ricordati di portarmi quello che devi portarmi domani.Ciao.Dova

  7. no..non ero io al primo intervento..però ora che l\’ho visto mi ci sono chiusa anch\’io e i nuovi giochini sadici saranno accolti mooooolto calorosamente!!:D
    bell\’intervento…nella mia camera c\’è solo moooolto casino…!!
    ciaociao baciuz

  8. a) Se decidi di cambiare camera tua ti do fuoco…ti concedo al massimo di ardere al fianco di Bruno in Campo de fiori e di aggiungere a tua discrezione tricchetracche e girandole tra i tizzoni, ma niente sconto di pena!
    b) Io ho cercato di alzarti ma il tuo culone si è rifiutato e ora ti tieni il letto con lo scothc..che è stiloso!
    c) Alla notizia che i tuoi erano "giu, al mercato" noi non siamo balzate felinamente dai giacigli, siamo morte e risorte…ma hun fa nulla, a me e a Elena rimangono ancora sei vite, a te cinque..non chiedere a me perchè…
    d) nulla non mi piace passo alla "e".
    e) Camera mia non parla ancora moolto di te..bisogna fare qualcosa..in questi giorni di soggiorno in patria il soffitto mi ha martoriato con elucubrazioni che non mi hanno fatto dormire la finestra continuava a dirmi "ti ricordi questo e quello?" le mattonelle…ah no quelle un po di te mi hanno raccontato…ma bisogna recuperare la situazione…ho avuto la camera sino ad un anno fa che aveva gli stessi mobili tra i quali giocavo da piccola..sui quali ho appeso i poster dell\’adolescenza…foto..disegni, la scrivaia con le dedche d coloro che e ntravano in camera…tutto cio\’ che rendeva quel luogo MIO. Sara\’ la mia assenza..che mi impedisce di risegnare il territorio…sara\’ nettuno in contrapposizione a venere..ma sta di fatto che bisogna fare qualcosa.
     
    Amo\’ e poi "viemme" a di che nun te "risponno" mai.
     
     
     

  9. …racconterebbero di me, la prima volta nella tua stanza a scrutare i libri e ad osservare le mille cose che palano di te, della prima volta nella tua stanza quando stavamo insieme e sentirmi tua, della prima volta nella ua stanza quando sapevo che lo sapeva anche tua madre e sentirmi braccata…hhehheheeh…fino ad arrivare ad oggi e vedersi cambiata…secondo me inizia ad odiarmi..non sono rimasti che tre centimetri quadrati di superficie libera…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: