A passeggio

on air: madonna – push
 

 

Domenica sono riuscita a fare ciò che desideravo da un po’ di tempo : la turista per la mia città.

Non il turismo classico si intende, ho visto qualche decina di volte il colosseo ,i fori …

Volevo scoprire posti nascosti, vicoli del centro storico che conservano profumi , palazzi e negozietti particolari…

Non sono contro il progresso e i centri commerciali, ci mancherebbe altro, ma spesso i negozi moderni sono sterili… vai lì, parli con la commessa scazzata che fa il conto alla rovescia per tornare a casa, le dai i tuoi bei 130 euro e torni a casa felice, con un paio di jeans…

 

Passeggiando , inizio a percorrere una via dai palazzi bellissimi, un’architettura che non saprei definire… finestre ad archetto e statue sui cornicioni, via dei banchi vecchi ,una traversa di piazza Farnese per chi ne capisce di Roma…

Aveva appena smesso di piovere, c’era odore di paese, di cose buone…

Incrocio la galleria d’arte di una pittrice, Maria Grazia Luffarelli, che con un sorriso (spontaneo…non come quello della commessa dei jeans) ci invita ad entrare, ci parla delle sue opere e di come le realizza… io mi sono innamorata di un quadro con una capretta,ma l’originale costava 400 euro… l’ho lasciato li’, ma in compenso ho preso un segnalibro che lo riproduceva (meglio di niente insomma)… La cosa che ho trovato fantastica era il fatto che lei era interessata a noi , era un’interesse reale….come reale era il nostro nei suoi confronti.

Poco dopo, sulla stessa via, incrocio un altro negozietto singolare … per gli amanti del the, “bibliothe”, il commesso, discretissimo, aveva alle sue spalle decine e decine di barattoli contenenti ogni varieta’ di the, dolcetti vari, tazze da the giapponesi e altre tremila cose… classico negozio che mi sarei portata tutto intero di peso a casa… classico negozio che messo in una via esposta o in un centro commerciale sarebbe divenuto uno di quei posti superaffollati…. Ma che invece, grazie alla sua ubicazione, conservava un fascino tuttp suo.

 

Tutto questo perché vorrei consigliare a chi legge e ne ha la possibilità di fare un giro per i vicoli di Roma, che a mio parere, possono stupire e fare perdere il pensiero attraverso i loro sampietrini, le loro mura un po’ scrostate, le botteghe più disparate….

 

Ps: per chi volesse andare a vedere quei negozi di cui ho parlato l’indirizzo esatto è

 

-“i colori dentro” di M. Grazia Luffarelli, Via dei banchi vecchi 28-29-30 00186 Roma

  http://www.mgluffarelli.com

– “bibliothe” via dei banchi vecchi Roma

 

 

 

 e tenerti per mano passeggiando…rende tutto più magico. grazie
Annunci

Informazioni su C.

Amo le tecnologie e le tecnologie amano me. Project Managerr in Arkage. Mangio film, viaggio, a teatro improvviso, faccio cose, vedo gente.

Pubblicato il 12 novembre 2007 su senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. bello…ci andrò:-)

  2. bello…ci andrò:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: