La rivolta delle parole


On air : Odeon – Ernesto Nazareth

«Circa un anno fa il maestro Ernesto Nazareth fu ricoverato in una
clinica psichiatrica di Jacarepaguá. Approfittando di un momento di
distrazione dei suoi due sorveglianti è scappato all’inizio del mese.
Tre giorni dopo la sua fuga è stato trovato morto nella foresta, vicino
a un serbatoio nei pressi di una cascata, con le braccia aperte, come
se stesse suonando un pianoforte invisibile. La sua scomparsa non ha
suscitato un grande interesse a causa dell’imminente carnevale…».





Ho voglia di scrivere ma è come se non riuscissi più ad incastrare le parole nel giusto ordine.
Le vedo, le inseguo ma appena tento di combinarle mi sfuggono impertinenti come una saponetta dalle mani.
Dentro di me so esattamente perchè: prima scrivevo per me ora invece scrivo per dimostrare qualcosa a qualcuno.
Loro ,le parole, giustamente si ribellano.

Annunci

Informazioni su C.

Amo le tecnologie e le tecnologie amano me. Project Managerr in Arkage. Mangio film, viaggio, a teatro improvviso, faccio cose, vedo gente.

Pubblicato il 13 marzo 2009 su senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: