Ho mal di gola, quindi scrivo.

Sono nel bel mezzo di una delle mie solite passeggiate chilometriche…una di quelle che uso per trasformare il fiume di pensieri che ho nella testa in acido lattico.
Il lettore mp3 ha deciso di donarmi quattro minuti di pace e tranquillità: Ludovico Enaudi suona impeccabilmente la sua "Nefeli".
Cammino,cammino, faccio un paio di telefonate sperando che qualcuno riesca a salvarmi e proprio quando metto giù il telefono capisco: devo farlo da sola questa volta.
Mi siedo al tavolino di un bar, si chiama "l’allegra tazzina"… immaginando una tazzina zompettante mi viene da sorridere. Sì è deciso questo è il bar dove passerò,credo, qualche ora.
Ordino una cocacola zero e un foglio per scrivere. Mi fanno pagare solo la cocacola senza comprendere che questo foglio ha un valore molto più grande per me…
The niro,Silvestri…oggi il mio zen è decisamente gentile con me.
Studiare la gente che passa credo sia un ottimo espediente, un pò come leggere un libro: canalizza l’attenzione sulle storie altrui.
Ci sono tre persone che aspetano il tram, una signora che parla con il suo cane e un’altra signorotta dall’aria curiosa: indossa un casaccone giallo, cammina poggiata ad uno spesso bastone di mogano, ha le dita cariche di anelli e uno sguardo decisamente meno luccicante delle sue mani.
La fisso. Mi hanno insegnato a non fissare le persone, so perfettamente che è maleducazione,ma continuo a fissarla insistentemente.
Mi ritrovo a casa sua, tra la sua polvere e la sua bigiotteria, sento quasi l’odore di pelle vecchia dei divani.
Continua a camminare,ormai è alle mie spalle. Io non mi girerò per rigraziarla nè per continuare a studiarla…saluto lei e i suoi divani e mi concentro su altro.
Led zeppelin, un classico:stairway to heaven.
Ho voglia di mare, disegno il profilo dei palazzi che ho davanti, ricostruisco la piantina del pezzo di città che ho davanti agli occhi come la scenografia di Dogville e le sagome della gente come nel video di Gigi d’agostino "bla bla bla"…continuo ad aver voglia di mare.
Finirò la mia cocacola e ci andrò.
Non sarò da sola, no…ci sarà il mio aquilone: è arrivato il momento.
Porterò il mio aquilone, sono felice.

Annunci

Informazioni su C.

Amo le tecnologie e le tecnologie amano me. Project Managerr in Arkage. Mangio film, viaggio, a teatro improvviso, faccio cose, vedo gente.

Pubblicato il 4 giugno 2009 su senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: