Considerazioni sulla felicità in un luogo X della Francia

On air: Happiness-The Fray

Parigi, Hotel Sequoia Lodge, 4 novembre 2010

Stanza d’albergo, da quant’è che non è vedevo una.
La radio della BBC nell’aria, il buio fuori e io sono qui a scrivere come un bozzolo d’uomo arrotolato tra le coperte.
Qui è meravigliosamente tutto perfetto, dentro la città vive un altro luogo ancora più incantato dove la gente è felice, forse per poco, ma comunque felice.
E’ come se si strappassero i tarli più profondi del proprio animo per andarli a recuperare solo all’uscita, dopo i tornelli.
Io non faccio eccezione, lascio tutto lì fuori e se delle volte provano a riprendermi limando con forza di nuovo lontano, all’ingresso, così che alla mia uscita siano pronto a sbranarmi.
Levando la felicità dei visitatori, che mi è francamente parsa più che motivata, mi sono chiesta il segreto della felicità degli inservienti, di chi lì ci lavora tutti i giorni. Continuavo a domandarmi questa cosa quando finalmente la risposta è arrivata su un gioco che, visto da fuori poteva sembrare anche piuttosto anonimo: un trenino che percorre dei set cinematografici.

L’inserviente, tutto contento alla guida del trenino ci ripeteva in un incomprensibile francese cose che già aveva ripetuto milioni di volte. Premettendo che era una giornata di sole, il trenino si è fermato davanti a quella che sembrava una miniera abbandonata, qualche secondo e dal nulla ha cominciato a piovere, subito dopo la miniera ha preso fuoco e le fiamme sono state spente da una cascata d’acqua che scendeva proprio sopra di noi. Lo stupore dei bambini era enorme, quello dei genitori ancora di più, gente che tratteneva il fiato, chi faceva foto, e io che ovviamente devo sempre distinguermi dal coro, invece che guardare questa cosa meravigliosa ho guardato lui alla guida del trenino e quando l’ho visto raggiante riempirsi del nostro stupore e della nostra gioia ho dato una risposta alla mia domanda: in questo posto c’è un ricambio continuo di sentimenti puliti, di una felicità quasi primitiva, e chi lì ci vive non può fare altro che nutrirsene.

Annunci

Informazioni su C.

Amo le tecnologie e le tecnologie amano me. Project Managerr in Arkage. Mangio film, viaggio, a teatro improvviso, faccio cose, vedo gente.

Pubblicato il 8 novembre 2010, in sproloqui, viaggi con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Ecco, sono così tanto felice che tu abbia capito perché quel luogo per me è così karmico che ora mi commuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: