Senza lanciare segnali di bisogno

Bene, è mezzanotte.

Un rapido punto della situazione: mancano quarantotto ore, cinquantacinque per la precisione e io mi sto cagando sotto.

Ricordo le pareti di quella sala d’aspetto come se ci avessi passato degli anni interi dentro più che una sola notte. La tv era impostata sbadatamente su un programma contenitore di sketch comici di Aldo Fabrizi e della coppia Vianello Mondaini e insieme a me c’era qualche altro malcapitato che aspettava di sapere se chi stava dentro se l’era cavata, c’era un barbone poi, puzzava da morire, ma io me ne accorsi solo molto dopo.

L’idea di tornare lì mi paralizza e l’idea di non avere nessuno accanto a cui stringere la mano per tutto il tempo mi fa sentire forte e fragile allo stesso momento.

Ricordo che quando operarono mia madre al cuore, la mia famiglia, per mantenere alte le origini siciliane sgranò il rosario per tutta la durata delle otto ore. Io invece passeggiavo per i corridoi e per i giardini del policlinico con una mia amica delle superiori, l’unica che, contrariamente ad ogni aspettativa si era presentata lì per rendere meno interminabile quel tempo. 

Purtroppo non la sento più, ma le sarò in qualche modo debitrice a vita.

Mi piacerebbe ricevere senza chiedere per una volta, vorrei un sostegno perché temo di non riuscire a sostenere.

Solo una volta. Prendere un abbraccio senza dare, senza lanciare segnali di bisogno.

Che poi è assurdo, io odio abbracciare la gente, il contatto fisico (quello affettuoso, non quello sociale e scherzoso) mi paralizza ma giuro che ora pagherei oro per essere abbracciata da qualcuno, anche da uno sconosciuto, purché mi tenga stretta a se per le prossime cinquantasei ore, fino a quando non è tutto finito.

Annunci

Informazioni su C.

Amo le tecnologie e le tecnologie amano me. Project Managerr in Arkage. Mangio film, viaggio, a teatro improvviso, faccio cose, vedo gente.

Pubblicato il 19 maggio 2012, in buchi, me, pezzi, Ricordi con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: